mattioli
slogan
  studio servizi CAF loquenda contatti
studio mattioli
news
   
 
 TRUST E FONDO PATRIMONIALE
 OMESSA REGISTRAZIONE CONTRATTI LOCAZIONE USO ABITATIVO
 RISPARMIO ENERGETICO E MODELLO IRE
 LE DETRAZIONI 50% E 65% PER IL 2014
 LE DETRAZIONI 50% E 65% PER IL 2014
  > OBBLIGO POS
 BONUS DIGITALE E BONUS LIBRI
 DICHIARAZIONE IVA 2014
 DEFINIZIONE AGEVOLATA DEI RUOLI
 NOVITA' VISTO CONFORMITA'
 


OBBLIGO POS




Con un apposito Decreto è stata data recentemente attuazione alle disposizioni concernenti l’obbligo di attivazione del POS per i pagamenti di beni, servizi e prestazioni professionali. A seguito della definitiva conversione in legge del Decreto c.d. “Milleproroghe” è confermato il rinvio della decorrenza dell’obbligo in esame al 30.6.2014.
 
SOGGETTI OBBLIGATI
Sono interessati dall’obbligo in esame tutti i soggetti che “effettuano l'attività di vendita di prodotti e di prestazione di servizi, anche professionali”, ovvero commercianti, prestatori di servizi (pubblici esercizi, carrozzieri, barbieri, saloni di bellezza, società di servizi, ecc.) e studi professionali (geometri, ingegneri, avvocati, consulenti del lavoro, dottori commercialisti, ecc.).
 
LIMITAZIONE ALL’UTILIZZO DEL POS
Va evidenziato che secondo quanto disposto dal citato Decreto attuativo l’obbligo riguarda solo i pagamenti superiori a 30, effettuati nei confronti dei soggetti di cui sopra, per l’acquisto di prodotti e prestazioni di servizi.
 
ENTRATA IN VIGORE DELLE NUOVE DISPOSIZIONI
Come espressamente disposto da citato DM 24.1.2014, “in sede di prima applicazione, e fino al 30 giugno 2014”, l’obbligo interessa soltanto i soggetti con un fatturato 2013 superiore a 200.000.
Considerato che detto Decreto è stato pubblicato sulla G.U. 27.1.2014, n. 21 le relative disposizioni entrano in vigore il 28.3.2014 (60 giorni dalla pubblicazione sulla G.U.).
Lo stesso Decreto prevede altresì che, entro 90 giorni dall’entrata in vigore della disciplina in commento (entro il 26.6.2014) con uno specifico Decreto:
  • possono essere fissate nuove soglie e nuovi limiti minimi di fatturato;
  • l’obbligo in esame può essere esteso a ulteriori strumenti di pagamento elettronici, anche con “tecnologie mobili”.
DIFFERIMENTO DELL’OBBLIGO AL 30.6.2014
La disciplina in esame, prima ancora della sua entrata in vigore, è già oggetto di un rinvio. Infatti, in sede di conversione del DL n. 150/2013, Decreto c.d. “Milleproroghe”, il Legislatore ha inserito una specifica disposizione di rinvio dell’obbligo in esame.
L’art. 9, comma 15-bis, DL n. 150/2013, convertito dalla Legge n. 15/2014, modificando il comma 4 del citato art. 15, prevede la decorrenza dell’obbligo di attivazione del POS al 30.6.2014.
Il differimento è motivato con l’intento “di consentire alla platea degli interessati di adeguarsi all’obbligo di dotarsi di strumenti per i pagamenti mediante carta di debito (POS)”. Da quanto sopra si può desumere che la disposizione (transitoria) fissata dal DM attuativo è, di fatto, non operativa. Di conseguenza dal 30.6.2014 l’obbligo di attivazione del POS interessa i soggetti sopra accennati a prescindere dal fatturato realizzato (salvo l’adozione di nuove “regole” entro la suddetta data del 26.6.2014).


 
Dichiarazione dei redditi:Elaborazione dati:Centro CAF: Modello 730 e Unico: Trust:
dichiarazione dei redditi a Bresciaelaborazione dati contabili MantovaCAF Castiglione delle Stivieremodello 730 Mantova il Trust in Italia
dichiarazione dei redditi a Mantovaelaborazione dati contabili Bresciacentro CAF Mantovamodello 730 BresciaTrust Patrimoniale
dichiarazione dei redditi
Castiglione delle Stiviere
 centro Caf BresciaTrust Immobiliare
Segui Loquenda su Facebook - Piattaforma di Formazione
  
CASA BRESCIANI SRL - Via Marconi n. 24 - 46043 Castiglione delle Stiviere MN - telefono e fax: 0376/632354 - E-mail: info@casabresciani.it
Privacy e Informativa Cookie playmos mediastudio
homepage